GLOSSARIO MEDICO
In questa sezione è possibile consultare il glossario medico di IDI Farmaceutici, pensato per fornire uno strumento di approfondimento per gli utenti che si trovano talora a combattere con termini inusuali e spesso poco comprensibili: attraverso un semplice click sull'iniziale della parola cercata potrete visualizzare la spiegazione di termini tecnico-scientifici e medici.

IMPORTANTE: ricordiamo che le informazioni contenute in questo glossario sono di carattere del tutto generale. In ogni caso bisogna consultare un medico e non autodiagnosticarsi.

 
  • Acne: Si tratta dei cosiddetti "brufoli". Colpisce di preferenza il viso, il torace e la schiena degli adolescenti e le cause sono ormonali.
  • Allergene: sostanza che l'organismo identifica come estranea e contro la quale scatena le proprie difese immunitarie, causando manifestazioni allergiche.
  • Allergologia: scienza che studia l'allergia e le sue manifestazioni cliniche.
  • Angiomi: sono proliferazioni vascolari congenite o acquisite nei primi mesi di vita, che scompaiono in modo più o meno completo in alcuni anni.
  • Alopecia: riduzione o assenza, localizzata o diffusa, di pilicorporei o di capelli
  • Alopecia androgenetica: diradamento dei capelli limitato alla porzione superiore del capo, causata dagli ormoni sessuali maschili e da fattori genetici.
  • Atopia: tipo di sensibilità caratterizzata da una predisposizione familiare a certi disturbi come la rinite allergica, l'asma allergica o l'eczema
  • Basalioma: è la più comune neoplasia cutanea. E' un tumore a "malignità locale": ciò significa che non dà metastasi e se asportato completamente non si riproduce.
  • Betacarotene: è una sostanza naturale contenuta in molti vegetali, che ha una spiccata azione antiossidante. Protegge la pelle dai danni dei raggi UV bloccando i radicali liberi.
  • Biopsia cutanea: è un esame essenziale nell’iter diagnostico della maggior parte delle malattie dermatologiche, consiste nel prelevare una piccola parte di tessuto per procedere all’analisi istologica
  • Cheratosi attinica: detta anche cheratosi solare, è una lesione precancerosa della pelle che si presenta come una chiazza arrossata ricoperta da squame o croste, localizzata sulle parti del corpo più esposte al sole.
  • Cheratosi seborroica: è una lesione, di natura benigna, molto comune dopo i 40 anni che si manifesta in prevalenza sul viso e sulla parte alta del tronco con una proliferazione dell'epitelio.
  • Collagene: è una proteina fibrosa che si trova nel derma e serve per costituire le fibre collagene che rappresentano "l'impalcatura" del derma.
  • Crioterapia: è il trattamento di lesioni cutanee o delle mucose fatto attraverso il congelamento.
  • Cute: è il nome scientifico della pelle, composta da epidermide e derma.
  • Derma: strato della pelle localizzato al di sotto dell'epidermide.
  • Dermatite: processo infiammatorio della cute, può essere acuto o cronico.
  • Diatermocoagulazione: tecnica che consente di tagliare o distruggere tessuti organici, grazie al calore prodotto da corrente elettrica ad alta frequenza.
  • Eczema: a livello della pelle l’allergia si manifesta spesso sotto forma di eczema. Questo, di solito, è causato da allergia o da irritazione a sostanze applicate localmente o da reazione in seguito a infezioni batteriche o da fungo. Di solito si manifesta sotto forma di chiazze di colorito rosso,  a volte con presenza di  secrezione.
  • Emocromatosi: malattia ereditaria caratterizzata dall'accumulo progressivo di ferro.
  • Epidermide: è lo strato più superficiale della pelle, cioè quello che è a contatto con il mondo esterno.
  • Eritema solare: arrossamento della pelle che compare alcune ore dopo l'esposizione al sole e raggiunge la massima intensità dopo 24 ore.
  • Follicolo pilifero: Struttura specializzata che produce il pelo
  • Forfora: Aumentata desquamazione del cuoio capelluto
  • Fotodermatologia: è la branca della dermatologia che si occupa degli effetti delle radiazioni ultraviolette sulla pelle.
  • Fotodermatosi: sono malattie della pelle che si manifestano con una intolleranza ai raggi ultravioletti, sia artificiali che solari. La causa è ancora sconosciuta.
  • Foto-patch-test: test utilizzato per evidenziare le fotoallergie, si esegue applicando sulla pelle una serie di sostanze chimiche e successivamente esponendo la parte ai raggi UVA di una lampada.
  • Fibroblasto: cellula che si trova nel derma e che produce il collagene, componente di base delle fibre collagene, e l'elastina, componente di base delle fibre elastiche.
  • Fotoinvecchiamento: è l'invecchiamento della pelle dovuto al sole.
  • Herpes:  è tra le infezioni virali più diffuse.. Il virus dell’herpes simplex si manifesta a livello labiale ed a livello genitale. L’herpes zoster, detto anche “fuoco di S. Antonio” è lo stesso virus che causa la varicella nei bambini
  • Impetigine: malattia infettiva della pelle, dovuta allo streptococco, è frequente nell’infanzia ed è altamente contagiosa
  • Integratore dietetico: è un prodotto che contiene elementi presenti negli alimenti. Viene venduto liberamente in farmacia senza bisogno di ricetta medica, non appartiene dunque alla categoria dei farmaci.
  • Laserterapia: in dermatologia vengono utilizzati  raggi di luce laser, con particolari, caratteristiche per il trattamento selettivo di patologie e malformazioni oltre che per piccole escissioni chirurgiche.
  • Lentiggine solare: lesione pigmentata, acquisita piana, isolata o multipla che compare sulla cute dopo anni di esposizione solare o dopo esposizioni scorrette.
  • Lentigo maligna: forma particolari di melanoma che compare in soggetti anziani in zone cronicamente esposte al sole. Talvolta simile ad una lentiggine solare isolata.
  • Melanina: detta anche pigmento melanico. E’ prodotta dai melanociti La melanina è efficace nel proteggere la pelle dai raggi UV.
  • Melanocita: cellula dell'epidermide che produce la melanina. Il melanocita impacchetta la melanina in "sacchetti" chiamati melanosomi, per poi distribuirla ai cheratinociti dello strato corneo soprastante.
  • Metastasi: le cellule tumorali che si allontanano dal tumore di origine, detto tumore primitivo, e si vanno a riprodurre in altri organi danno luogo ad una metastasi.
  • Micosi: sono un gruppo eterogeneo gruppo di affezioni della cute, degli annessi e delle mucose dovute a un’infezione da parte di funghi.
  • Nanometro: (abbreviazione: nm): unità di misura che equivale ad un milionesimo del metro; si usa per la lunghezza d'onda delle radiazioni elettromagnetiche.
  • Nevi: lesioni cutanee pigmentate. Possono essere suddivisi in melanocitici, epidermici e dermici. Possono essere congeniti o acquisiti.
  • Orticaria: è tra le dermatosi più comuni, caratterizzata da comparsa di pomfi cutanei che si accompagnano a prurito.
  • Pediculosi: parassitosi causate da insetti (pidocchi). L’uomo può essere parassitato dal pidocchio della testa, dal pidocchio del corpo o dei vestiti e dal pidocchio del pube o piattola.
  • Peeling chimici: tecnica che utilizza l’applicazione di sostanze chimiche per ottenere l’esfoliazione della cute. I peeling possono essere superficiali, medi e profondi.
  • Porfirie: sono delle malattie ereditarie dovute alla produzione di sostanze fototossiche, le porfirine, da parte dell’organismo umano. 
  • Psoriasi: dermatite eritemato-squamosa, a decorso cronico, su base genetica, con patogenesi complessa e di tipo immunitario
  • PUVAterapia: terapia che si basa sull’esposizione ai raggi UVA, dopo aver assunto farmaci fotosensibilizzanti, detti psoraleni. Questi farmaci rendono la pelle più sensibile ai raggi UVA. Con questa terapia si curano importanti malattie della pelle, come la psoriasi e la vitiligine.
  • Sebo: miscela di grassi prodotta da particolari ghiandole che sboccano nel follicolo dette ghiandole sebacee
  • Scabbia:  è una parassitosi causata da  un acaro. Interessa tutte le razze e le classe sociali, colpisce tutte le età ma è più comune nei bambini e nei giovani adulti.
  • Spinalioma: è un tumore maligno della pelle che si sviluppa nell’epidermide e può essere provocato dell’esposizione ai raggi ultravioletti. Colpisce soprattutto gli anziani e coloro che si sono ripetutamente esposti al sole per lunghi periodi. Si localizza spesso al viso.
  • Strato corneo: si tratta dello strato superiore dell'epidermide, formato da cellule chiamate cheratinociti; è la prima difesa nei confronti delle aggressioni esterne e può anche raggiungere uno spessore notevole, come sulla pianta dei piedi e sul palmo delle mani.
  • Stress ossidativo: situazione in cui l'attacco dei radicali liberi nei confronti delle cellule del nostro organismo non è efficacemente contrastata dalle difese antiossidanti.
  • Verruche: lesioni causate da infezioni virali da HPV, si presentano come papule rosee a dimensioni variabili.
  • Vitiligine: malattia abbastanza diffusa, caratterizzata da perdita della pigmentazione in alcune zone della pelle. In queste zone vi è distruzione e scomparsa dei melanociti e di conseguenza la pelle diventa bianca. Le cause di questa malattia sono ancora in gran parte sconosciute.